Rifiuti a Sassinoro, tutto rinviato al 2019

Sono buone notizie quelle che arrivano dalla vicina Sassinoro, dove negli ultimi tempi si vive il triste episodio dell’arrivo dell’impianto di compostaggio da ben 22.000 tonnellate annue, individuato nella zona industriale al confine con Morcone.

Dopo la mancata pronuncia da parte del TAR, è notizia di oggi che il Consiglio di Stato ha sospeso l’efficacia del decreto fino alla sentenza di merito, fissata all’8 gennaio 2019.

Ora i lavori (mai iniziati) sono bloccati fino a gennaio.

Un grande passo in avanti per la nostra battaglia, ma ora prudenza e cautela sono le parole d’ordine, perché nulla ancora è stato fatto.

Un ringraziamento speciale va alle donne, agli uomini, ai bambini e agli anziani del Comitato civico “Rispetto e Tutela del Territorio“, che stoicamente presidiano il sito 24 h al giorno da più di 70 giorni.

Sono queste le parole che provengono dal Comune di Sassinoro, mentre la notizia è stata positivamente accolta anche dall’On.le Sandra Lonardo, che aveva già difeso il Sannio dall’attacco ambientale:

Apprendo con soddisfazione che il Consiglio di Stato ha accordato la sospensione cautelativa in merito al ricorso promosso dal Comune di Sassinoro e dalla Comunità Montana, relativamente alla realizzazione dell’impianto di compostaggio. Sono molto contenta: è questa la testimonianza che, laddove il territorio è unito e i cittadini e le istituzioni sono sincreticamente coesi nel perseguire un obiettivo, si raggiungono i risultati. Certo la battaglia non è finita: andremo avanti fin quando la Regione Campania non revocherà tutti gli atti amministrativi perché si scongiuri questo scempio. 

 

Condividi la notizia con i tuoi amici, e per essere sempre aggiornati in tempo reale, clicca Mi Piace sulla pagina ufficiale di Morcone.net su Facebook

Comments

comments