CentroFiere di Morcone tra passato, presente e futuro: intervista al Presidente Capozzi

A più di un mese di distanza dalla fine della manifestazione che da 45 anni anima il settembre morconese, torniamo a parlare di Fiera di Morcone, o meglio del suo futuro e di quello dell’intero CentroFiere. Questa volta, però, a farlo è l’attuale presidente del CentroFiere Gioi Capozzi, arrivato lo scorso agosto al vertice dell’associazione, nata per volontà di Amministrazione Comunale, Pro Loco di Morcone e CNA di Benevento.

Presidente Capozzi, la prima domanda non può non riguardare la manifestazione che si è appena conclusa: si ritiene soddisfatto della Fiera di Morcone 2018, la prima sotto la sua reggenza?

Quest’edizione della Fiera di Morcone è stata più che positiva, come testimonia l’aumento degli utenti, il 10% in più rispetto al 2017, a cui si somma un altro dato positivo quale la presenza numerosa di nuove aziende che per la prima volta hanno preso parte alla manifestazione. Accanto a loro, gli espositori che da anni giungono a Morcone e per i quali la Fiera rappresenta un appuntamento fisso. Tra questi, voglio ricordare l’azienda Tofani presente in Fiera fin dalla prima edizione e a cui ho simbolicamente conferito il titolo di “Espositore più longevo”. A questo, si aggiunge un ricco programma di eventi e incontri che hanno arricchito notevolmente la Fiera 2018. In particolare, colgo l’occasione di ringraziare nuovamente la CIA, Confagricoltura, Confindustria, l’ASEA e l’ I. C. “E. De Filippi” di Morcone che con la loro presenza hanno riportato Morcone al centro del dibattito per lo sviluppo dell’Alto Sannio, nonché l’Università degli studi del Sannio e l’ Università degli studi del Molise, per aver patrocinato la manifestazione fieristica. Se considero che tutto questo è stato possibile in soli 60 giorni, grazie al lavoro eccellente di tutto lo staff, non posso che ritenermi soddisfatto e più che fiducioso per il prossimo anno.

La Fiera di Morcone resta, dunque, un appuntamento importante per il Sannio e i suoi successi ci permettono di riflettere sulle potenzialità del nostro territorio ma anche del CentroFiere, la cui funzione da troppi anni è rilegata solo agli eventi di settembre. In che modo è possibile rilanciare queste infrastrutture?

L’importanza del CentroFiere quale volano di sviluppo della zona dell’Alto Tammaro è evidente e sotto gli occhi di tutti. Forse è per questo che fino a qualche anno fa, la struttura veniva utilizzata anche per altri eventi e manifestazioni legate a settori specifici, come “Aspettando il Natale”, “Il nostro matrimonio”, “Passion Motors”. Si trattava di eventi che richiamavano un gran numero di espositori e pubblico e che permettevano non solo di utilizzare la struttura ma anche di accrescere la fama del CentroFiere. Negli ultimi anni, purtroppo, si è assistito ad un progressivo calo delle attività dell’associazione, con il conseguente impoverimento di tutte le attrezzature fieristiche, le quali presentano non pochi problemi strutturali. Obiettivo primario della mia presidenza è quella di aumentare nuovamente la manifestazioni fieristiche. In questa ottica, si stanno incentivando accordi commerciali volti a garantire una maggiore frequenza di eventi che interessino il territorio e lo spettacolo. In questo senso vanno viste le manifestazioni promosse dai Beer Bikers, dal Forum dei Giovani e della De Luise Agency, promotrice di una bellissima kermesse dedicata al mondo della musica popolare.

Il cambio di presidenza, impone una riflessione anche sui conti del CentroFiere: in che stato versano le casse dell’associazione?

Nonostante i buoni risultati della Fiera di Morcone 2018, l’analisi del bilancio ha rivelato alcune criticità che è giusto far conoscere alla cittadinanza. Purtroppo sulle casse del CentroFiere, pesano i debiti della passata gestione. In soli 8 anni di vita, il CentroFiere ha accumulato 108.352 € di debiti verso l’INPS e Agenzia delle Entrate. Numeri riportati sulla situazione contabile consegnatami alla data del mio insediamento (nelle foto). E’ utile ricordare che l’associazione CentroFiere è nata nel 2010 prendendo il posto dell’Ente Fiera Alto Tammaro, messa in liquidazione per debiti durante l’Amministrazione Fortunato. Da una analisi dei dati contabili, risulta che la debitoria dell’associazione è aumentata in modo pesante negli anni che vanno dal 2012 al 2014, periodo che ha visto il cambio di presidenza da Ferdinando Pisco a Giuseppe Solla. Risultano “strane” alcune scelte di gestione fatte che, da un lato, hanno visto l’Associazione investire in opere e lavori su un suolo non di proprietà, e dall’altro omettere sistematicamente i pagamenti verso l’Agenzia dell’Entrate, posizioni che sono diventate cartelle esattoriali con ulteriore aggravio di interessi e sanzioni. Tornado ai giorni nostri, il presente vede un bilancio di fine anno che sarà sicuramente positivo. Conto, infatti, di portare in assemblea un utile di esercizio sicuramente superiore a quello approvato l’anno precedente, secondo le attuali previsioni di oltre i 10.000 €.

Quindi, quale sarà il futuro del CentroFiere?

Come ha già dichiarato in più occasioni, i buoni risultati raggiunti con la 45esima edizione della Fiera di Morcone devono rappresentare un punto di partenza per un miglioramento e una riqualificazione non solo dell’offerta fieristica ma di tutto il CentroFiere, attraverso una serie di eventi e manifestazioni in grado di attirare un numero sempre maggiore di pubblico ed espositori. Al tempo stesso, risulta necessario riflettere su una risistemazione dell’infrastruttura, edificata negli anni ’80 e che, abbisogna di forti investimenti. Per fare questo, è mia intenzione promuovere incontri con i soci dell’Associazione, al fine di valutare la possibilità di accendere a fondi in grado di sanare i debiti pregressi che pesano come macigni sulla nuova gestione e, allo stesso tempo, bandi e finanziamenti regionali, nazionali e anche europei dedicati alla promozione di associazioni come le nostra. Naturalmente, sarà mia responsabilità informare la cittadinanza di tutto quello che riguarda il CentroFiere, nel rispetto di quel senso di trasparenza alla base del mio mandato di presidente e di consigliere comunale.

 

 

 

Condividi la notizia con i tuoi amici, e per essere sempre aggiornati in tempo reale, clicca Mi Piace sulla pagina ufficiale di Morcone.net su Facebook

BuoneFeste

 

Comments

comments