Il Treno Storico Sannio Express fa ritorno a Morcone

Sul fascino dei treni potrei raccogliere pensieri, poesie, citazioni.

Sull’identità trasformista che esso assume ad ogni viaggio, in ogni stazione, in ogni tragitto, potrei raccontarne tante per davvero.

Potrei, però, anche solo ricordare quanto ho imparato a conoscere le stazioni sin da bimba, saper interpretare i segnali che, alla Stazione di Morcone, casa di Zia Cristina e Zio Adriano Lombardi, ad intervalli regolari, giungevano negli spazi altrimenti silenti, avvisi di arrivi e partenze, affacciarsi alle finestre, contare i vagoni, i passeggeri, aspettare qualcuno e diventare abbastanza grande per prendere un treno alle 6 del mattino per raggiungere qualcosa che aveva in sé il seme della follia adolescenziale…

Ma il tempo passa, le avventure cambiano, tuttavia, la Storia, spesso, percorre tragitti già noti, seppur con nuovo entusiasmo e vigore. Oggi, 14 luglio, la ferrovia sannita che da Benevento giunge a Morcone, è tornata a rivivere grazie al Treno Storico Sannio Express della Fondazione FS Italiane, in un viaggio alla riscoperta di un entroterra rimasto come sospeso nel tempo, tra ricordi, nostalgie e nuove speranze. La stampa ha seguito e restituito la concatenazione degli eventi in maniera puntuale, così da rendere l’intera giornata, conclusasi nel pomeriggio con la partenza alla volta di Benevento del convoglio, qualcosa di unico.

A tanta nostalgia, leggibile sui volti del popolo morconese, per un passato glorioso di quella che fu la linea ferroviaria che collegava la nostra cittadina alle grandi città campane e molisane, si è unita la gioia dei più piccini e di chi non aveva mai visto e visitato un treno storico. Come in un film, grazie ad una interpretazione in costumi d’inizio novecento, l’arrivo a Morcone ha segnato una tappa fondamentale ed iniziale di un progetto più ampio e volto al futuro, riguardante una sinergia tra diversi comuni sanniti al fine di immaginare nuove strade per il turismo, tali da riacquisire dalla storia quanto era andato malamente perduto.

Il recupero identitario, profondo, di un antico e storico passato non sarà inteso secondo un usurato modello folkloristico che, negli anni, a poco ha portato, ma diverrà vettore per una significativa svolta, così come ha voluto sottolineare il neosindaco di Morcone Luigino Ciarlo, al suo primo evento pubblico istituzionale, ad un mese dal voto, insieme con i colleghi dei comuni limitrofi.

Grande la gioia palpabile, non solo all’arrivo del Treno Sannio Express e nel momento conviviale tenutosi nei giardini in Stazione, ma anche lungo le vie del borgo storico, dove gli ospiti sono stati accolti da gustosi cibi della tradizione morconese, nella cornice dell’Auditorium di San Bernardino, per l’occasione sede concomitante di una mostra fotografica con protagonista l’antica Morcone. Il mini tour, conclusosi sulle tracce della vita di Padre Pio da Pietrelcina nel Convento dei Padri Cappuccini, ove il Santo trascorse il suo periodo di noviziato, ha stupito i molti turisti giunti da altrove ed originato un primo, fondamentale, segnale per una rinascita turistica di Morcone.

Per chi, poi, come me, ben conosce quanto ruota attorno ad un viaggio in treno, una sorta di ‘tranquillità’ e ‘certezza’ c’è stata: insieme con tanto stupore, anche stamani, il Sannio Express è stato annunciato dagli altoparlanti proprio come avviene oggi nelle Grandi Stazioni Italiane per la maggior parte dei convogli: “Il treno arriverà a Morcone con 10 minuti di ritardo”.

Il bello della Storia è che, in parte, la si conosce già. Il bello della Storia è che, nonostante se ne pensi o se ne dica, si può cambiare.

Grazie Morcone per aver partecipato, grazie Sannio per aver reso omaggio ad un secolo di storia e grazie alla intera Amministrazione Comunale, alle Associazioni tutte e a chi ha impiegato tempo, volontà ed idee per questa giornata memorabile, la prima di tante altre.

photogallery di Stellio Di Brino

 

 

 

Condividi la notizia con i tuoi amici, e per essere sempre aggiornati in tempo reale, clicca Mi Piace sulla pagina ufficiale di Morcone.net su Facebook

Comments

comments