Riflettori accesi sulla Montagna di Morcone: NO all’eolico selvaggio

Domenica, 15 Ottobre 2017, a Pontelandolfo e a Morcone, in occasione della giornata FAI d’autunno, abbiamo detto NO all’eolico selvaggio, che distrugge in un sol colpo il prezioso patrimonio naturale, storico, culturale, economico e sociale della nostra terra.
La mattinata è iniziata a Pontelandolfo dove, una delegazione del Movimento 5 Stelle, composta dalla parlamentare europea Isabella Adinolfi, dai deputati Carlo Sibilia e Salvatore Micillo, dai consiglieri regionali campani Tommaso Malerba e Vincenzo Viglione e dalla consigliera comunale di Benevento Marianna Farese, hanno visitato l’area P.I.P. per verificare, con gli attivisti locali, la situazione relativa all’impianto di pale eoliche sottoposto a sequestrato dal Tribunale di Benevento dal 12/09/2017.
La delegazione si è recata, poi, sulla Montagna di Morcone, alla c/da Fasana, per visitare il presidio antieolico del Comitato a Tutela e Salvaguardia della Montagna di Morcone, operativo dal 17 febbraio 2017.
Ad accogliere i deputati, l’eurodeputata e i consiglieri regionali c’erano tutti gli allevatori e residenti della zona con le rispettive famiglie, i due Comitati civici della Nostra Terra, attivisti e rappresentanti di diverse associazioni territoriali ed ambientali che si stanno battendo, da tempo, per difendere il Matese e le aree di confine dalla seria minaccia eolica.

E’ proprio questo il luogo di straordinaria bellezza naturale dove la Regione Campania ha autorizzato, il 31 ottobre 2014, un impianto eolico di 19 pale che, inevitabilmente, devasterà un territorio unico nel suo genere, ricco di preziose risorse per la nostra sopravvivenza.
Nel corso della manifestazione sono intervenuti anche l’avv. Gianluigi Ciamarra, Presidente regionale di Italia Nostra e Michele Pietraroia, della Commissione consiliare ambiente della Regione Molise, che hanno evidenziato le ragioni che uniscono nella mobilitazione i Comitati e le istituzioni della Campania e del Molise. E’ stata questa l’occasione per consegnare alla delegazione parlamentare del Movimento 5 stelle tutta la documentazione prodotta in questi anni di lotta antieolica affinchè siano posti in essere ulteriori atti istituzionali necessari a fermare una devastazione immane che rischia di far perdere alla popolazione locale un intero territorio gravato da usi civici che racchiude il più importante serbatoio d’acqua dolce dell’Italia Centro-meridionale.
La giornata si è conclusa con l’impegno dell’intera delegazione politica di attivarsi con urgenza per trovare soluzioni concrete alla battaglia antieolica nella nostra terra.
Noi, intanto, continueremo a combattere contro i “mulini a vento” nella speranza che la nostra lotta contro i poteri forti, sordi e ben ovattati, finisca presto e ci possa far godere lo splendore della Nostra Terra così come l’abbiamo ereditata dai nostri avi…priva di devastanti impianti eolici!

 

Condividi la notizia con i tuoi amici, e per essere sempre aggiornati in tempo reale, clicca Mi Piace sulla pagina ufficiale di Morcone.net su Facebook

banner_baita_LIBRO