Eolico in montagna: gli espropriati bloccano le prese di possesso

16708376_10210423828329455_2434582661844654229_n

Sono iniziate oggi le procedure di presa di possesso, da parte della Società eolica Dotto Morcone srl, dei terreni occorrenti alla realizzazione dell’impianti eolico industriale in località Montagna Fasana.

Le procedure di presa di possesso sono state sospese a seguito dell’intervento dei legali Alessandra Sandrucci e Filomena Fusco che assistevano alcuni espropriati.

La resistenza alle procedure di immissione in possesso, come pure i lavori di costruzione dell’impianto eolico, sono stati esposti dai legali che hanno addotto le stesse motivazioni, peraltro già anticipate alla Regione Campania con la PEC del 15 Febbraio inoltrata dal Fronte Sannita per la Difesa della Montagna.

Il motivo principale che ha determinato la sospensione della immissione in possesso da parte della società Dotto Morcone srl è dato dalla inesistenza del Piano di Assestamento Forestale (PAF) del Comune di Morcone, decaduto in data 31 Dicembre 2016, e che fa decadere anche l’Autorizzazione Unica n. 999 del 31/10/2014.

16729051_10210423830129500_8640862569260475939_n

La società eolica – comunica il portavoce del Fronte Sannita per la Difesa della Montagna, Pinuccio Fappiano – era presente con un suo rappresentante che ha tentato di raggiungere un accordo bonario, ma i legali sono stati irremovibili poiché l’interesse degli espropriati è quello di non voler assolutamente essere oggetto di esproprio per la costruzione dell’impianto eolico che, con la sua costruzione, metterebbe in serio pericolo le attività di impresa e di allevamento, faticosamente costruite dalla popolazione.

 

Condividi la notizia con i tuoi amici, e per essere sempre aggiornati in tempo reale, clicca Mi Piace sulla pagina ufficiale di Morcone.net su Facebook

Fiera17_endbanner