Un classico della tradizione, ecco i Cavatelli

I Cavatelli, presenti da sempre sulle tavole morconesi, sono prodotti da un impasto di semola, acqua tiepida e un pizzico di sale ed il nome descrive la loro forma incavata atta a raccogliere sugo e condimento.

Estremamente poveri nei loro ingredienti di base, sono considerati uno dei formati di pasta più antichi. Appartengono al gruppo delle “paste trascinate”, così dette per il gesto compiuto per produrle, che è appunto quello di incavare il pezzetto di pasta trascinandolo con uno o più dita sulla spianatoia.

La Ricetta

  • 500 gr di semola rimacinata di grano duro
  • 250 ml di acqua tiepida
  • un pizzico di sale

La Preparazione

Mettere la farina a fontana (anche dentro una ciotola) e cominciare a versare l’acqua a filo, mescolando e amalgamando, fino a terminare l’acqua: deve risultare un impasto compatto, ma lavorabile (se dovesse essere appiccicoso, unire poca semola alla volta). Lavorare con le mani, impastando sul piano di lavoro fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Stendere la pasta col matterello, lasciando la sfoglia un po’ spessa.

Tagliare a strisce di circa 3/4 cm, quindi a piccoli tocchetti inferiori al mezzo centimetro e ricavare i cavatelli premendo con tre dita (oppure c’è anche la variante a 2 dita) e facendoli rotolare sul piano di lavoro. Ricordatevi sempre di infarinarli per non farli appiccicare tra loro.

Disporre i cavatelli su uno strofinaccio pulito e asciutto, man mano che si fanno, non  ammassandoli, per non farli attaccare, e consentendo una minima essiccazione. Quindi passare alla cottura in circa 5 minuti di cottura in abbondante acqua bollente salata.

Il Suggerimento dell’esperto

I cavatelli si prestano bene anche ad essere congelati per spostare la cottura al momento del consumo. Basta metterli in sacchetti per alimenti e conservare in freezer.

 

Quest’articolo fa parte del Libro di Ricette della Tradizione Morconese che ci accompagnerà prossimamente sul portale Morcone.net con nuovi suggerimenti e consigli gastronomici.

Se avete fretta di gustare questa ricetta, la potete trovare già pronta da mangiare presso La Baita – Specialità da asporto in Viale dei Sanniti n. 54 – oppure ordinarla telefonando allo 0824.956422

banner_baita_LIBRO