Il ricordo di Elio Di Mella a 34 anni dalla scomparsa

Elio Di Mella, nato a Morcone il 29 maggio 1952  era un giovane in servizio nell’arma dei carabinieri dal 1970 svolgendo i primi sei anni presso la caserma del comune di Ripabottoni, i quattro anni successivi nel comune di Vinchiaturo ed infine gli ultimi due presso la caserma dei carabinieri di Campobasso.

Il 7 ottobre 1982 sull’autostrada Napoli-Bari, in prossimità dell’uscita Avellino-Est, un commando di otto uomini su tre auto (una Ritmo color nocciola, una Alfetta e una Ford Fiesta) blocca il furgone Peugeot blindato nel quale era custodito Mario Cuomo, pregiudicato della Nuova Camorra Organizzata di Raffaele Cutolo. Il detenuto, da quattro mesi nel carcere di Campobasso, stava per essere trasportato ad Avellino dove sarebbe dovuto comparire davanti ai giudici per l’imputazione di concorso in omicidio. Cinque uomini costrinsero due carabinieri, minacciando con pistole e fucili, a cedere le armi, a scendere dal mezzo e a distendersi a terra. Un colpo di pistola venne esploso nella parte posteriore del blindato contro lo sportello destro, dove Elio Di Mella, accanto al detenuto ne manteneva le catene. Il carabiniere non si lasciò intimorire e, colpito con il calcio di una pistola, continuò a trattenere Cuomo fino a quando, un uomo del commando lo colpì mortalmente con un proiettile alla testa.

Oggi si è tenuto l’omaggio al collega Elio Di Mella da parte dei Carabinieri di Campobasso che, a trentaquattro anni dalla sua tragica scomparsa, hanno voluto ricordare il milite in una breve cerimonia officiata dal Cappellano Militare don Giuseppe Graziano, che ha avuto luogo presso il cimitero di Campobasso. Presenti il Comandante della Legione Carabinieri Abruzzo e Molise, Generale di Brigata Michele Sirimarco, il figlio e la vedova del Carabiniere Di Mella, nonché il Comandante Provinciale Tenente Colonnello Marco Bianchi, una rappresentanza del Comando Provinciale e dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo.

omaggio_eliodimella

Il 4 giugno 2010 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano lo ha decorato con Medaglia d’oro al Merito Civile alla memoria in occasione della Festa dell’Arma, mentre il 17 maggio 2014 il Comune di Campobasso ha intitolato ad Elio Di Mella il piazzale antistante il cimitero cittadino.

targa_elio_di_mella

Per essere sempre aggiornati in tempo reale, cliccate Mi Piace sulla pagina ufficiale di Morcone.net su Facebook

banner_baita_LIBRO